KUBE

Madison Chertow: tutti i colori del suo arcobaleno!


Ciao Madison, hai appena iniziato "In Rainbows mag": qual è lo scopo del tuo progetto e cosa lo rende unico?

<<Ho iniziato il mio sito, In Rainbows Mag, dopo aver pensato a ciò che mi sembrava mancasse nel mondo dei blog e degli influencer. Al college ho iniziato a lavorare per diventare una redattrice di moda per una rivista stampata, ma in quel periodo l'industria è cambiata così tanto. I blog e le riviste online sono davvero la nuova principale fonte di idee di moda, consigli e tendenze e ispirazione visiva generale. Mi sono resa conto che la cosa più intelligente che potevo fare era lavorare con il panorama in evoluzione del mondo della moda, invece che contro di esso. Ma, da quando ho iniziato un sito web, più tardi rispetto alla maggior parte delle persone che già avevano un loro blog, sapevo che dovevo renderlo unico e raccontare una storia diversa a modo mio. Mi assicuro che tutti i contenuti del mio sito siano prodotti con un certo criterio, in modo simile a editoriali che amo, a cui appunto mi ispiro: utilizzo apparecchiature di illuminazione professionali, truccatori quando possibile, mood board, pianificazioni, fotografie professionali ecc.. Adoro la fantasia che gli editor di stampa portano. Volevo che le mie immagini dessero il più possibile la stessa sensazione di quelle che si vedono in una rivista lucida. O questa sensazione, o quella molto più intima, cruda, personale e creativa di mostrare la moda o la bellezza usando mezzi diversi, come le vecchie macchine da presa e le polaroid. Un altro aspetto che ho deciso di aggiungere al mio sito è una sezione di arte e cultura. Volevo usare questo sito come un'opportunità per parlare con artisti e creatori che ammiro e che mi ispirano, e dare loro un'altra piattaforma per condividere ciò che fanno e contribuire a renderli un po’ più conosciuti. Penso che il mondo della moda e della bellezza vada di pari passo con l'arte, soprattutto per me.>>

Quando e dove è nata la tua passione per la moda e come definiresti il ​​tuo stile?

<<Ho sempre amato la moda fin da quando posso ricordare. Ho amato riviste come Vogue da quando ero piccola. Ho sempre saputo che dovevo fare qualcosa nel mondo della moda e nel mondo della creatività o non sarei stata soddisfatta della mia carriera. Ho imparato tanto sul mio stile e chi sono da quando ho iniziato il mio sito. Sono stata costretta a sperimentare nuovi concetti e nuove tendenze e ad uscire dalla mia zona di comfort, che ho sempre amato e che amo ancora così tanto. Direi che il mio stile è sempre più rivolto al classico, atemporale e semplice, con colori neutri e una grande presenza del nero. Ma, detto questo, devo sempre avere un “tocco divertente” per ogni outfit, sia che si tratti di un po’ di colore che non ti aspetteresti sulle labbra o sugli occhi, o di una divertente cintura Gucci (la mia preferita) o di una straordinaria accattivante borsa con diverse textures. Mi piace sperimentare, adesso più che mai, ma è sempre una sperimentazione, un mix tra pezzi classici che non passano mai di moda e accessori di tendenza. Mi piace indossare cose che so che amerò e che capirò ancora tra 15 anni, o anche 30. >>

In che misura Los Angeles influenza e ispira la tua personalità e il tuo lavoro? <<Sono un tipo di ragazza molto LA e l'ho sempre saputo. Amo tutto lo stile di vita di LA, anche i principali cliché. L'energia di Los Angeles è molto rilassata, sana, ariosa. Sento che la mia personalità rifletta questo, e chiunque mi conosce può sempre dire che sono nata e cresciuta qui. Anche se le opportunità di essere super social e network a Los Angeles sono molto meno frequenti e frenetiche dall'energia costante di un posto come NYC quando si ottengono le opportunità speciali per farlo a Los Angeles sono sempre incredibili e memorabili, e le si sfrutta al massimo. LA ha uno stile di vita straordinario e mi sento così fortunato a chiamarla casa.>> Qual è il tuo rapporto con i social media e qual è la tua opinione sul mondo degli influencer? <<Ho sempre avuto quello che potrei dire essere una relazione "sana" con i social media. È super importante avere felicità e benessere al di fuori di instagram e di internet, e ho fatto un buon lavoro nel riuscire a farlo. So che a volte le persone hanno cose negative da dire sul mondo del web e sui suoi effetti, e posso capire le critiche, ma per me è sempre stata fonte di ispirazione divertente e spensierata e la uso come tale. Mi porta davvero tanta gioia creare contenuti per ispirare e intrigare il mio pubblico e so che lo farò sempre. Ci sono così tanti influencer là fuori, e questo è incredibile! Penso che più ce ne sono, più questo mi fa desiderare di avere una voce diversa e un modo creativo di condividere i contenuti rimanendo fedele a me stessa.>>

Hai una fonte di ispirazione in particolare?

<<Film e testi musicali sono sempre stati di grande ispirazione per me. Le riviste di stampa tangibili e reali mi ispirano ancora molto poiché è stata la mia prima ispirazione per tutto questo. Inoltre è sempre stimolante vedere anche i contenuti degli altri influencer e dei blog diversi dal mio.>>

Come scegli i progetti e le partnership su cui vuoi lavorare?

<<Per me sarà sempre importante che io ami e creda sinceramente in quello per cui sto lavorando. Molto del mio lavoro si riduce alla scrittura di una recensione sul mio sito su determinati prodotti. Non sarò in grado di trovare parole per pubblicizzare e parlare di qualcosa in cui non credo, so che non posso farlo. Amo scrivere e condividere scoperte con le persone e, se la cosa mi appassiona, per me farlo sarà senza sforzo. Molti dei miei followers mi parlano di ciò che stanno usando o chiedono consigli su marchi o prodotti. Non posso portarli fuori strada ... Non riesco a mentire e fingere di amare qualcosa che davvero non apprezzo! Quindi se ho una partnership di cui onestamente sono entusiasta e appassionata, mi butto!>>

Tre passaggi o qualità che raccomanderesti vivamente a qualcuno disposto ad avviare il proprio progetto.

• Conosci prima te stesso e sarà molto più facile creare qualcosa di speciale e genuino

• Avere qualcosa di unico e nuovo da portare in tavola

• Crea qualcosa in cui tu come consumatore / lettore / cliente del blog (ecc.) ritrovi sempre te stesso!

"In Rainbows Mag" si compone di sei diverse sezioni: Diario, Bellezza, Arte e Cultura, Umore, Negozio e Caratteristiche. Come si relazionano tra loro e quali sono i criteri che hai usato per sceglierli?

<<Mi è venuto tutto molto naturale quando stavo creando il mio sito. Diario e bellezza sono le mie sezioni principali. Sapevo che avrei voluto una sezione di moda principale e un mondo separato per la bellezza. Inoltre, qualcosa di nuovo che volevo provare è stato incorporare il mondo dell'arte in un blog di moda e bellezza. Come le riviste che mi hanno ispirato, contenevano quasi sempre più foto e consigli sui prodotti. Volevo che il mio sito non riguardasse solo me e quello che sto usando o indossando, ma quello che le altre persone stanno creando. La sezione mood è solo una fonte di ispirazione per me stessa e per gli altri. Trascorro molto tempo su tumblr e a sfogliare editoriali, guardare video musicali, fotogrammi, ecc ... e le cose che mi colpiscono davvero mi piace condividere con gli altri. “Shop” è una piccola sezione divertente in cui mi piace condividere una pagina curata in cui inserisco le mie cose preferite o le cose della mia wishlist. Penso che tutte queste sezioni si uniscano per creare un piccolo mondo interattivo e diversificato di ispirazione e idee per i miei lettori.>>