KUBE

Ottobre veste rosa: il colore della lotta invade la moda!


Ottobre si tinge di rosa!

Anche quest’anno il mese di ottobre è dedicato alla lotta contro il tumore al seno, con una serie di iniziative e progetti volti a sensibilizzare, educare, prevenire e finanziare la ricerca scientifica.


Il tumore al seno è il più diffuso tra le donne in Italia. Sono circa 55.000 i casi annuali che colpiscono donne di ogni età, trasformandosi in numeri spaventosi di vittime, ogni anno quasi 12.300. Soprattutto quest’anno, in cui la pandemia ha rallentato se non addirittura in molti casi bloccato le visite di controllo e prevenzione, è necessario, indispensabile, dare il giusto peso e il giusto spazio a una malattia così attuale e capillare (Dati di Fondazione Umberto Veronesi).

Questo articolo è dedicato a mia madre, che da quasi 3 anni lotta contro un male devastante che prova a consumarla dall’interno, ma che non riuscirà mai a scalfire il suo coraggio, e a tutte le donne che come lei, con forza, non smettono di lottare.

Anche se parlando di moda, un argomento all’apparenza frivolo e leggero, l’obbiettivo resta l’informazione e la sensibilizzazione.

La ricerca negli ultimi anni ha fatto grandi passi in avanti, ma ci teniamo e sottolineare che la prevenzione rimane sempre l’arma più forte!


Ma parliamo adesso dei fashion brand che sono scesi in campo con delle azioni concrete, iniziative volte a supportare e dare voce a questa giornata:


Stella McCartney e Sex Education


Stella McCartney ha lanciato nel mese di ottobre il progetto rosa rivolto ai giovani, e chi meglio dei protagonisti di Sex Education sanno parlare liberamente di sessualità con la generazione Z e con i millennials? "Toilet, Teeth, Tits (TTT)” è l’iniziativa che racconta ai più giovani il tumore al seno, ne sfata i falsi miti, ed introduce in modo ironico alla questione, sensibilizzando sull’argomento dell’auto palpazione.

Le t-shirt TTT sono già state inserite nella collezione ready-to-wear Winter 2021 di Stella McCartney che si impegna a donare un reggiseno post mastectomia Louise Listening per ogni maglietta venduta.

Capezzolo


Ma non bisogna di certo essere prodotti da Netflix o una grande maison di moda per sensibilizzare le donne sull’importanza della auto palpazione, e Capezzolo lo sa bene. Un piccolo brand italiano di grande qualità, che deve la sua fortuna proprio a i nostri amati capezzoli. Ma sul suo profilo Instagram Capezzolo non si limita a mostrare le sue collezioni, ma parla di (e con) le donne, creando una community che potremmo felicemente definire safety. Sensibilizzare su tanti argomenti, tra cui la palpazione preventiva, non è per capezzolo un'iniziativa dell’ottobre rosa, ma una mission per tutto l’anno.




Blazè

Blazè, si unisce in una fashion brand force (insieme ad altre aziende made in Italy) aderendo alla campagna Follow the Pink, promossa dalla Fondazione IEO-Monzino. L’obbiettivo dell’iniziativa è sensibilizzare sull'argomento della prevenzione, non solo intesa come palpazione, ma anche e soprattutto come esami e controlli medici frequenti già in giovane età, in modo da poter avere il privilegio di partire con una diagnosi precoce. Blazè ha selezionato 6 modelli, sui toni del rosa e del rosso, il cui intero ricavato viene devoluto lla Fondazione IEO-Monzino. Un luxury blazer che può fare tanto, non solo nel nostro look.


Yamamay

Pe il sesto anno consecutivo, Yamamay rinnova il suo impegno con LILT, Lega Italiana per la Lotta i Tumori. Una campagna che rivolge la sua attenzione totalmente alla prevenzione. Grazie all’iniziativa di #Yamamayforlilt, per tutto il mese di ottobre sarà possibile ritirare negli store yamamay un voucher per prenotare una visita senologica (non strumentale) gratuita presso una delle Associazioni LILT aderenti alla campagna. Un gesto concreto per essere presenti e attivi in prima fila.




Ralph Lauren

Il cavallino più famoso delle polo si tinge di rosa. Pink Pony, nata nel 2000, è l’iniziativa internazionale della Ralph Lauren Corporation per sostenere la lotta contro il cancro. L’iniziativa supporta programmi che contribuiscono a garantire trattamenti di qualità e a ridurre le disparità nell’accesso alle cure per il cancro. Quest’anno il capo prescelto per diventare l’icona della campagna, di cui il ricavato va al 100% a sostegno, è l’immancabile blue hoodies, un pezzo evergreen nell’armadio. In Italia, i provenienti andranno a beneficio della Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro.

38 visualizzazioni