• Black Instagram Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Facebook Icon
  • Black YouTube Icon

© 2018 - 2020 by KubeCommunity.

KUBE

  • Arianna Ciarimboli

Remedios Varos. Perché il surrealismo non è normativo.


Remedios Varos, abbreviazione più che necessaria del suo nome completo, María de los Remedios Alicia Rodriga Varo y Uranga, fu una pittrice ispanico-messicana.

Cittadina del mondo, viaggiò molto già dalla prima infanzia a causa del lavoro itinerante del padre, ingegnere idraulico.

Fu proprio lui il il primo a spronarla a perseguire una carriera artistica.

Egli non solo le fornì gli strumenti necessari per apprendere l'arte, ma anche la incoraggiò sempre a pensare liberamente e ad incuriosirsi di molti temi non-canonici all'epoca (soprattutto per una ragazza) come ad esempio le avventure dei libri di Dumas e Verne, il misticismo, le religioni, e la filosofia. Queste influenze sono chiarissime nella sua pittura, che ha uno stile particolarmente riconoscibile.

Innanzitutto notiamo infatti la precisione quasi tecnica del disegno, frutto degli anni a ricopiare i piani delle opere ingegneristiche del padre, e la minuziosità con la quale ella restituisce le prospettive e i dettagli degli spaccati di questo suo mondo onirico e teso.



È a mio parere molto interessante notare come nelle sue opere le figure spesso non hanno tratti esplicitamente maschili o femminili. Anzi, spesso Varo lascia interagire i corpi umani con elementi naturali e non, rendendo l'interpretazione libera dai canoni normativi della pittura tradizionale.


"Poiché il corpo femminile, il sacro spazio artistico erotico per gli uomini, viene trasformato da Varo in forme e figure non-generiche, lo spazio si libera dall'interpretazione sessuale monolitica." Dice la critica Kathryn Everly.

Inoltre, nelle sue opere troviamo ricorrentemente in maniera più o meno esplicita temi come la ricerca della libertà e l'oppressione.

Se fosse davvero sua intenzione affrontare i problemi della disuguaglianza di genere è un'affermazione che ha causato molte discussioni sugli (infiniti) elementi simbolici del suo intricato lavoro.

Fatto sta che la sua arte e le sue azioni hanno sfidato il patriarcato tradizionale, e mentre le sue opere vengono spesso interpretate come frutto di un mondo alchemico ed autobiografico, personalmente ritengo che esse portino un valore molto più significativo.




63 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now