KUBE

SESSO, ORGASMO E SOCIETÀ

"L’ AMORE E’ LA RISPOSTA, MA MENTRE ASPETTATE LA RISPOSTA IL SESSO PUO’ SUGGERIRE DELLE OTTIME DOMANDE."
Woody Allen.

In biologia con il termine orgasmo si intende il culmine dell’eccitazione erotica.

Si manifesta come un complesso di reazioni neuro-muscolari involontarie che culminano per l’uomo nell’eiaculazione e per la donna in contrazioni perivaginali e altri fenomeni motori e secretori riflessi.


Per estensione di significato l'orgasmo sta anche ad indicare un forte eccitamento emotivo, non solo riguardante la sfera sessuale, ma anche l’emozione dovuta a stress, ansia e novità piacevoli e spiacevoli.


Con la definizione dell’orgasmo in senso biologico e ampliato alla sfera emozionale, possiamo dire che l’orgasmo così come il sesso fanno parte della nostra vita quotidiana, è una parte fondamentale e basica nei rapporti.



Qualcuno, qualche anno fa, mi disse che i rapporti umani si basano per il 70% sul sesso, io ho risposto l’80%. Con questo cosa volevo dire? Semplicemente che il sesso è una cosa naturale e come tale primario ed il sesso presuppone con sé quel momento di eccitazione massimo: l’orgasmo.


Con questo non voglio dire che in ogni rapporto o in ogni relazione si raggiunga l’orgasmo o che il sesso sia soddisfacente, è tutto soggettivo, comprendente molteplici sfumature e con questo intendo dire che spesso succede che l’orgasmo sia solo un miraggio.


Eh sì, l’immagine dell’orgasmo come un miraggio lontanissimo ha fatto parte anche della mia vita per molto tempo nonostante la diversità dei partner.


Ovviamente questo non è da attribuire solo all’altra persona, ma anche a noi stessi, quando non ci lasciamo andare del tutto, siamo bloccati, ci sentiamo costretti e non ci sentiamo liberi, alcune volte ci costruiamo dei limiti mentali magari legati al nostro corpo nudo o al corpo nudo del nostro partner, magari anche il senso di inadeguatezza o una scarsa autostima o magari il partner non è in grado di farci godere senza farci sentire fuori luogo o quella sorta di egoismo “basta che godo io.”


E’ capitato a tutti di essere la vittima e perché no, anche il carnefice.


Sesso occasionale, sesso monogamo, sesso eterosessuale, sesso omosessuale, esistono diversi tipi e diversi modi per fare sesso, ma quello che accomuna tutte queste tipologie è sicuramente l’orgasmo.


Per quanto l’orgasmo sia una cosa naturale, l’orgasmo femminile resta ancora e nuovamente un tabù su cui si sono fondati diversi e molti miti, probabilmente per la società maschilista e patriarcale in cui viviamo, insegnandoci da sempre a non parlarne, a non desiderarlo.


Vi dirò, amo follemente il sesso e gli orgasmi proprio come gli uomini.


L’orgasmo femminile innanzitutto può essere raggiunto attraverso la stimolazione di due punti: il clitoride e la vagina.


L’orgasmo detto “clitorideo” avviene appunto per stimolazione diretta del clitoride, mentre quello detto impropriamente “vaginale” è raro e giungerebbe tramite stimolazione indiretta del clitoride stesso.


Il clitoride infatti è sensibilissimo alle stimolazioni, dunque stimolando in modo indiretto, come lo sfregamento con il corpo del partner, o diretto può sopraggiungere l’orgasmo femminile.


La riuscita della stimolazione indiretta del clitoride però è meno frequente rispetto all’orgasmo raggiunto per stimolazione diretta.


Oltre la stimolazione diretta del clitoride un altro punto molto importante è la stimolazione dei capezzoli non solo nelle donne, ma anche negli uomini e forse questo non lo sapevate proprio tutti come forse non sapevate che il sesso eterosessuale ed omosessuale ha una riuscita differente.


Infatti una coppia omosessuale composta da due donne, raggiunge molti più orgasmi rispetto ad una coppia eterosessuale.


Inoltre l’orgasmo femminile dura molto di più rispetto a quello di uomo e non solo, la donna può avere un più orgasmi in breve tempo, i così detti “orgasmi multipli”, mentre per gli uomini è necessario un lasso di tempo maggiore.


Almeno una volta, ma oserei anche più di una volta, in special modo nei rapporti occasionali eterosessuali, le donne non raggiungono l’orgasmo.


Secondo diversi studi, il 70% delle donne non provano l’orgasmo durante un rapporto sessuale, contro il 90% degli uomini che invece lo raggiunge praticamente ogni volta che fa sesso. Il senso di insoddisfazione di una donna accresce ogni volta che finge con il partner di aver raggiunto l’orgasmo.


Concludendo, alle donne piace il sesso, piace godere e piace avere rapporti occasionali esattamente come gli uomini, il discorso potrebbe essere ampliato anche alla masturbazione o alle perversioni, ma su questo credo proprio che sia bisogno di scrivere un altro articolo.

41 visualizzazioni
logo_kube_bianco_vector.png

© 2020 by KubeCommunity

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now