KUBE

Sex Education


Sex Education: quello che manca a noi donne italiane.

Adesso Netflix ci ha fatto pure una serie Tv, riguardo l’educazione sessuale. Il sesso?

Ma sei fuori a parlarne ad alte voce? É taboo, lo é sempre stato.

Felicia Kingsley in uno dei suoi romanzi rosa scrisse Il denaro é come il sesso: parlarne é volgare, ma piace a tutti”.


Nessuno mi ha insegnato a capire il mio corpo, seni troppo piccoli, capezzoli a punta ed uno

concavo. Mi sono ritrovata nel corpo di una donna prima di accorgermene, ed adesso ci devo abitare. Alle volte mi sembra di abitare in un paese non ancora esplorato, io non so come si fa a prendere una pillola anticoncezionale e non so cosa devo fare quando sento che lí mi prude tutto e vorrei urlare.

Io non lo so proprio e perché? Perché é taboo.

Tutti parlano del sesso come la cosa piú bella che ci sia nel mondo, come l’attivitá da fare perché se non lo fai ‘non sei figo’, sei uno sfigato. Ma esisti se non fai sesso? A quanto pare é come se non avessi un profilo Instagram. Devi farlo per forza.

Peró nessuno parla mai della prima volta, dolorosa fino a farti piangere tutte le lacrime. Nessuno parla di quando sei fidanzata da un anno ed alcune volte non hai proprio voglia, vuoi startene nel tuo e non cagare il mondo fuori; ma se te ne stai troppo nel tuo sembra che tu non voglia più stare con il tuo ragazzo.

Insomma, c’é da programmarsi.


"All’inizio, dopo la prima volta, tutto é doloroso, non mi piaceva affatto, pensavo di essere strana."


Ho conosciuto il mio primo amore in terza superiore, poi il resto é storia. All’inizio, dopo la prima volta, tutto é doloroso, non mi piaceva affatto, pensavo di essere strana. Chiedevo timidamente alle mie amiche “Ma a voi piace?” Certe rispondevano di si, altre mentivano.

Quando mi mollai con il mio fidanzato avevo paura di non essere capace ad amare, sia

sentimentalmente che fisicamente. Ero inesperta, un cucciolo fuori dalla tana della madre.

All'università le mie amiche mi guardavano strano, non andavo a letto con nessuno da tre anni ed io mi sentivo di nuovo vergine.

E adesso come si fa? Mi fará male di nuovo? Sanguineró? Ma mi piacerá?

L’universitá passata tra i libri e le serate in zona universitaria, con la paura di parlare con un

ragazzo; e se poi vuole uscire con me di nuovo, che faccio?

Non sei capace a relazionarti con il tuo corpo, hai paura a flirtare perché senti che stai

promettendo qualcosa che non puoi dare.

Diventa una danza di “no, non posso”,“ho il ciclo” e “non mi piaci abbastanza per farlo”.

Non c’é un momento perfetto per fare l’amore per la prima volta, ci sono attimi in cui accade e basta. E ti dimentichi di tutto il resto e infine dici “ah ma era solo questo?”


Il punto vedete é che fare l’amore, quello bello di cui tutti parlano, non é solo un atto. É la

complicitá di due persone che si ritrovano negli sguardi, nei sorrisi, nei corpi intrecciati.

Diventa bello, speciale, solo vostro. Ed é per questo che é taboo, un momento cosi speciale che tutti lo vogliono tenere per sé. Il resto é aria fritta.

Ma non credete sia finita qui, le aspettative poi sono alte. É andata bene la prima volta, la

seconda ed adesso tocca alla terza. La terza ti brucia ed hai paura di aver sbagliato qualcosa, di non essere adatta.


L’amore é questo, sbagliare, imparare, conoscersi. Non é avere ansia, sentirsi non abbastanza; fare sesso é danzare con i piedi sopra un velluto, bisogna calibrare i pensieri ed i gesti.

Bisogna imparare l'educazione sessuale, che fare sesso c’entra tutto con la testa e meno con il corpo.

logo_kube_bianco_vector.png

© 2020 by KubeCommunity

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now