Punta quadrata ai nostri piedi, dagli anni'90 al folle futurismo.

November 14, 2019

 

Ancora un tuffo nel passato per il mondo della moda, un passato che alcune hanno vissuto, ed altre appena sfiorato, sono i mitici anni ’90!

 

Tra giacche oversize, completi abbinati, forcine e scrunchies, look ginnici acetati e total denim, non si può certo dire che i look anni ’90 non stiano prepotentemente tornando di moda. Oggi vogliamo parlarvi di un nuovo trend di stagione che abbiamo visto ri-sfilare in passerella a settembre, e che oggi riempie tutti gli scaffali, dai grandi store franchising alle piccole boutique, le scarpe a punta quadrata!

 

Questo tipo di calzatura nasce in Italia in tempi antichissimi, nei primi decenni del 1600. Caratterizzata da una suola bassa e una linguetta che arrivava fino al collo del piede, questa calzatura era quasi sempre in pelle nera ed era utilizzata esclusivamente da uomini di rango sociale nobile. Con l’avvento della moda francese in Italia, questo costume venne perso, e le scarpe iniziarono ad avere una forma più sfilata anche se mai totalmente a punta.

 

Nonostante le forme quadrate si siano affacciate spesso nei decenni del ‘900, sono stati gli anni ’90 a portarle in gloria.

 

Non arriviamo però a conclusioni affrettate. La punta quadrata degli anni ’90, vista poi per quasi due decenni come antiestetica e sgraziata, è tornata ma in una versione più soft. Le scarpe che abbiamo visto sfilare in passerella per questa stagione autunno inverno 2019/2020 differiscono dalla moda nineties per molti aspetti: un design più morbido e aggraziato, una forma meno slanciata e una punta meno netta, creano la nuova versione della scarpa a punta quadrata. 

 

I modelli che hanno sfilato sono davvero tantissimi, tutti accumunati dal filo conduttore della follia. Con o senza plateau, fini o spesse, colorate o monocromo, dagli stivali ai mocassini, dai decolté alle mulas, le scarpe geometriche di questa stagione sono estrose e divertenti. 

 

Se Jamie Wei Huang porta a Londra lo stivaletto in tessuto tecnico simil sock blu elettrico con tacco scultura dorato, Maison Margiela punta sulla classica vernice nera, contrasta però dal rosso fuoco del tacco largo e quadrato in legno. 

 

Nell’infinito e caldo regno degli stivali, l’eco brand di Stella McCartney alza i volumi del plateau creando una calzatura tanto imponente al piede, quanto sfinata alla gamba grazie all’utilizzo di eco pelli aderentissime, mentre Balenciaga propone un pratico ma modaiolo stivale da pioggia in gomma, con maxi stemma dorato in punta.

 

 

 

Ed anche le scarpe da sera si trasformano in geometrie. Eclatanti ed eclettiche sono i decoltè dorati di Acne Studio, che nonostante mantengano la loro originaria natura, si arrichisschino di un corollario quadrato ma sagomato. Non è da meno il decoltè con tacco a spillo e punta quadrata di Bottega Veneta, caratterizzato dalla trama trapuntata sulla pelle. 

Abbiamo visto scarpe totalmente diverse tra loro, per forma, materiali e vestibilità, un solo filo conduttore, la follia. Non un ritorno in punta di piedi quello della punta quadrata, in una stagione in cui più che mai la moda diventa design, e tende al futuro!

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Pinterest
Share on Google+
Please reload

Trending on Kcom

Please reload

Let's start here.

Una newsletter per donne ambiziose.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now